Ministero della Difesa: mobilità del personale civile non dirigente

Lettera al Ministro della Difesa Roberta Pinotti

 

Signor Ministro,

con la presente intendiamo portare alla Sua cortese attenzione la delicata situazione che riguarda la mobilità del personale civile non dirigente del Ministero della Difesa.

Come già verificatosi nel 2016, anche per quanto riguarda i bandi di mobilità interna volontaria per l’anno in corso non risultano ancora essere stati pubblicati.

L’attuale bando di mobilità interna volontaria (il secondo) sarebbe dovuto partire infatti lo scorso mese di gennaio, a seguito della verifica del Protocollo d’intesa stilato nel settembre 2015 tra l’Amministrazione e le OO. SS. del personale civile non dirigente.

Detto accordo definisce le procedure per la mobilità volontaria e per i reimpieghi, dettando anche i nuovi criteri per l’attribuzione dei punteggi utili al collocamento nelle relative graduatorie.

I tempi sono abbondantemente scaduti, atteso che entro il 31 gennaio 2017 Persociv avrebbe dovuto pubblicare tutte le carenze di organico presenti all’interno degli Enti e dei Comandi, per poi concedere 30 giorni di tempo al personale civile interessato per presentare le loro istanze per la mobilità; a tutt’oggi però, della verifica di cui sopra non vi è traccia, per cui la pubblicazione del bando appare di là da venire.

Le  facciamo  presente, che siamo  a conoscenza che Persociv specie negli ultimi tempi ,ha disposto molte assegnazioni temporanee di comando presso Enti della Difesa, a cui non e’ stata data alcuna pubblicizzazione ne’ resa alcuna informazione, anche successiva alle OO.SS. nazionali. Tutto questo pone fondati interrogativi. Inoltre , non e’ noto il numero di personale comandato effettivamente da e per la Difesa, e le eventuali stabilizzazioni operate e con quali criteri.

Pertanto, alla luce di quanto rappresentato, chiediamo di voler intervenire con tempestività ed autorevolezza, al fine di garantire il rispetto dei tempi previsti nel più volte citato Protocollo, nell’interesse dei lavoratori civili del Ministero della Difesa che, una volta ancora, si vedono costretti a rivendicare con forza una loro legittima aspettativa.

Si ringrazia per l’attenzione, auspicando una rapida risoluzione della vicenda nel senso da noi indicato, e si porgono i più cordiali saluti.

Il Coordinatore Nazionale FSI USAE Difesa
Aniello Gaito
331.1707796

Print Friendly, PDF & Email