DECURTAZIONE INDENNITA’ PENITENZIARIA – UNA BATTAGLIA DI CIVILTA’: RICORSO GRATUITO PER TUTTI

La scrivente organizzazione ha dato mandato ai propri uffici legali di presentare ricorso al TAR Lazio-Roma per l’annullamento della circolare n.11975 del 9 aprile 2018 -Ministero della Giustizia D.A.P. Direz. Gen. del personale e delle risorse Ufficio V ( trasmessa il 4 maggio 2018) che dispone le modalità di decurtazione dell’indennità penitenziaria in caso di malattia, per il periodo pregresso all’emanazione della circolare ministeriale del 20 luglio 2015, e per il solo personale del comparto ministeri in servizio presso l’amministrazione penitenziaria e il dipartimento della giustizia minorile e di comunità.

Ciò, a seguito della diffida del 5 maggio 2018 indirizzata al Ministro della Giustizia, ai CapI Dipartimento e ai Direttori Generali del del D.A.P. e del D.G.C.M. con la quale la scrivente Organizzazione aveva rinnovato la richiesta di abolizione della suindicata decurtazione dell’indennità penitenziaria in caso di malattia, che peraltro, escludeva dalla decurtazione il personale di polizia penitenziaria ed i dirigenti.

A tal proposito va evidenziato come la suindicata circolare n.11975 appare illegittima poiché muta la natura stabilita da fonte normativa, nonchè del tutto lesiva del diritto alla salute tutelato dalla costituzione.

Per tali motivi la scrivente Federazione ha deciso di ricorrere al TAR Lazio-Roma per l’annullamento della illegittima circolare n.11975 del Ministero della Giustizia. 

La adesione al ricorso è GRATUITA PER TUTTI (anche per chi non è iscritto al nostro sindacato), poiché la Federazione ha deciso di farsi carico delle spese per rivendicare i diritti dei numerosi dipendenti che la circolare viola con grave e palese illegittimità.

Per aderire alla iniziativa legale curata dall’Avv. Maurizio Danza del Foro di Roma (www.avvocatomauriziodanza.com) si prega di anticipare la copia della procura ad litem firmata (CLICCA QUI) e un documento di riconoscimento,  alla mail p.saraceni@usaenet.org entro il 30 maggio 2018, provvedendo al successivo inoltro in originale presso la sede FSI-USAE di Piazza Margana n.21 – 00186 Roma (posta prioritaria, no raccomandata A/R).

Procura Ad Litem

Il Coordinatore Nazionale
Paola Saraceni
347.0662930

 

 

Print Friendly, PDF & Email