Circolare del Ministro Brunetta sull’applicazione della Legge 104/1992

 Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta ha firmato oggi una circolare riguardante l’applicazione dell’art. 71 del Decreto legge n. 112, recentemente convertito in legge, in merito alle assenze dal servizio dei pubblici dipendenti, con particolare riguardo all’applicazione della legge n. 104  del 1992 sui portatori di handicap.

La circolare, che sarà trasmessa alla Corte dei Conti, è consultabile sin da oggi sul sito Internet del Ministero ed è volta a rispondere ai numerosi quesiti pervenuti dalle amministrazioni.

“La materia – scrive il Ministro Brunetta – è di estrema delicatezza e di assoluta rilevanza, in quanto riguarda sia la sfera privata dei dipendenti pubblici, sia la correttezza dei loro rapporti con l’amministrazione, con i colleghi e con i cittadini. Con la circolare si invitano quindi le amministrazioni a far conoscere le eventuali criticità riscontrate nell’applicazione delle norme, anche in vista di imminenti interventi legislativi”.

La circolare, dopo aver esposto le nuove modalità di eventuale riduzione della retribuzione in caso di assenza per malattia, esamina la tematica dei permessi sia per i dipendenti pubblici portatori di handicap grave, sia per i dipendenti pubblici che debbono assistere, in maniera continuativa ed esclusiva, familiari con handicap in situazione di gravità. Al fine di evitare abusi e in previsione di un riordino della normativa, il Dipartimento della Funzione pubblica avvierà un monitoraggio sull’attuazione della legge n. 104 del 1992 per la parte riguardante i permessi. Nel pieno rispetto della tutela della riservatezza dei soggetti interessati, si intendono acquisire i dati relativi alla consistenza delle situazioni di handicap grave certificate dalle strutture competenti la loro reale incidenza sull’organizzazione del lavoro, e anche le difficoltà riscontrate dagli stessi dipendenti pubblici, titolari di permessi, nell’applicazione complessiva della legge. Scopi del monitoraggio sono il riconoscimento effettivo dei diritti di accesso alla legge n. 104 del 1992, il corretto funzionamento della legge nell’interesse degli aventi diritto e la maggiore efficienza della pubblica amministrazione.

Dopo aver preannunciato iniziative normative a favore dei dipendenti pubblici donatori di sangue e midollo osseo, la circolare raccomanda ai dirigenti competenti di ciascuna amministrazione di verificare la sussistenza dei presupposti per il riconoscimento dei permessi e di chiedere e verificare la documentazione a supporto per la loro fruizione e giustificazione. Sarà cura dei dirigenti competenti organizzare e programmare l’attività lavorativa in maniera tale da evitare che le assenze giustificate del personale possano andare a detrimento della funzionalità e dell’offerta di servizi.
Per saperne di più

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento