Riforma pubblico impiego: tornare a testo Conferenza unificata

Il Coordinatore della commissione Affari Istituzionali della Conferenza delle Regioni ha partecipato il 10 settembre, in rappresentanza della stessa Conferenza, all’audizione convocata dalla Commissione Affari Costituzionali del Senato sul ddl di riforma del pubblico impiego.

Ilarda, che è Assessore alla Presidenza della Regione Siciliana, ha evidenziato come il testo oggi in esame alla Commissione del Senato sia diverso da quello sul quale si erano espresse favorevolmente le Regioni in sede di Conferenza Unificata ed ha quindi auspicato che anche le proposte emendative, sulle quali le Regioni avevano dato parere favorevole, siano sottoposte all’esame della commissione parlamentare attraverso la presentazione di specifici emendamenti da parte Del Governo.

I punti salienti del disegno di legge sui quali la Conferenza delle Regioni aveva espresso parere favorevole sono i seguenti: previsione dell’intesa della Conferenza Unificata sui decreti legislativi attuativi della legge delega ed in particolare su quelli relativi  al riparto delle materie da affidare alla contrattazione collettiva e alla legge; definizione di criteri e principi per il sistema di valutazione; definizione di criteri e principi per favorire il merito e la premialità nella pubblica amministrazione; definizione di principi e criteri per la modifica della disciplina della dirigenza pubblica; semplificazione delle procedure di contrattazione; rafforzamento del potere di indirizzo dei comitati di settore nei confronti dell’Aran; riserva di competenza regionale in alcune delle materie previste dalla lettera b del comma 2 dell’art. 2 ed in particolare per la organizzazione degli uffici.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento