Buoni pasto: lettera al Ministro della P.A. Bongiorno

Al Ministro della Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno

Gentile Ministro,
Le scriviamo in merito alla gravissima vicenda dei buoni pasto che sta penalizzando migliaia di pubblici dipendenti in tutta Italia.
Ci giungono infatti tantissime lamentele in merito all’utilizzo dei buoni pasto della ditta Nexit vincitrice del colossale appalto Consip da 3 miliardi di euro che ha conglobato alcuni fornitori di buoni pasto come Repas e Sadexo: la Nexit applica delle altissime percentuali di ricarico (fino al 22%) a quelle attività commerciali che si erano convenzionate con altri distributori ma non alla Nexit.
Tale circostanza ha fatto si che un numero sempre più grande di esercizi commerciali non accetti più di negoziare tali buoni pasto, rendendo un grave nocumento a tutti quei lavoratori che ne sono in possesso e che intenderebbero spenderli.
A fronte di questa vicenda, chiediamo il ritiro dei buoni pasto in questione e il contestuale risarcimento in favore dei lavoratori che non hanno potuto fruire dei ticket in questione, mentre per il futuro il personale dovrà essere rimborsato in busta paga esentasse di un importo equivalente a quello dei buoni pasto cui ha diritto in attesa di definire eventualmente, successivamente, un nuovo fornitore di buoni pasto questa volta credibile.
SI confida in un Suo pronto intervento e si porgono con l’occasione cordiali saluti.

Il Coordinatore Nazionale
Paola Saraceni

347.0662930

Print Friendly, PDF & Email