Non si registrano, ancora, interventi di sanificazione a tappeto di tutti gli edifici che ospitano, a qualunque titolo, uffici e servizi dello Stato

Signori Ministri, l’emergenza sanitaria globale che sta travolgendo con inusitata violenza il nostro Paese, richiede, come noto, provvedimenti eccezionali in ogni campo, al fine di arginare, contenere e infine neutralizzare la terribile minaccia di contagio da covid-19.

Con la presente, intendiamo sollecitare una serie di interventi ora più che mai indispensabili (come anche le immagini provenienti dalla Cina ci hanno mostrato), ma che in realtà dovrebbero far parte della gestione ordinaria degli uffici pubblici: ci riferiamo ad interventi di sanificazione a tappeto di tutti gli edifici che ospitano, a qualunque titolo, uffici e servizi dello Stato.

Rientrano infatti nella normale routine gestionale degli uffici le pulizie degli ambienti, che oggi devono assumere la veste di vere e proprie sanificazioni, volte a rendere i luoghi di lavoro immuni dal rischio di contagio.

Purtroppo, anche in questo ambito, che dovrebbe costituire il presupposto di ogni attività lavorativa, anche ai sensi della normativa di riferimento (d.lgs. 81/2008), si è assistito negli anni al consueto balletto di appalti, subappalti, sub-subappalti che seguendo la logica del ribasso, hanno determinato il progressivo scadere dei servizi resi, a danno delle garanzie di igiene e sicurezza sanitaria dei luoghi di lavoro.

Non intendiamo certo affermare che ciò possa essere una concausa dell’attuale pandemia, certo è che nell’attuale drammatico scenario, un intervento di profonda sanificazione di tutte le strutture e gli uffici pubblici si impone come assolutamente necessario e non più rinviabile, prevedendo poi a regime interventi analoghi, con regolari cadenze temporali.

Peraltro, un tale sforzo, oltre a salvaguardare la salute di milioni di lavoratori e dei cittadini che a vario titolo frequentano gli uffici pubblici, contribuirebbe al rilancio dell’importante settore dei servizi di pulizia che impiegano migliaia di addetti.

Chiediamo pertanto ai Signori Ministri tutti, ognuno per la parte di propria competenza, di disporre da subito quanto necessario per avviare la sanificazione generale di tutti gli uffici pubblici presenti sul territorio nazionale.

Come Organizzazione sindacale, daremo pieno mandato ai Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza ed ai nostri referenti locali di monitorare il corretto adempimento di quanto sarà disposto dalle SS. LL., nel pieno rispetto delle competenze e delle prerogative di ognuno.

Si ringrazia dell’attenzione, confidando in una decisione tempestiva ed univoca nel senso da noi indicato.

Il Coordinatore Nazionale  Paola Saraceni

347.0662930 –  fsi.funzionicentrali@usaenet.org

Print Friendly, PDF & Email