Al Presidente del Tribunale di Roma e al Dirigente del Tribunale Di Roma

La scrivente O.S. è venuta a conoscenza, in merito alla tematica in oggetto, che sembrerebbe ci siano Presidenti di sezione, specie nel settore civile, che stiano facendo pressioni nei confronti dei Direttori di sezione per ridurre il contingente di personale in lavoro agile, chiedendo una presenza di almeno 4 gg. alla settimana in cancelleria.

Si rammenta che per disposizioni governative, il lavoro agile resta la modalità ordinaria di lavoro, fatto ribadito anche dalla circolare del precedente Presidente del Tribunale, pur comprendendo che nella fase 2, ci sia necessità di un incremento del contingente presente, appare di buon senso che questo sia del 50 %, piuttosto che dell’80%, come vorrebbero le richieste di alcuni Presidenti di sezioni.

Tale prudenza si rende doverosa alla luce del recente caso di Covid 19 accaduto proprio nel settore civile. Sicuramente sarebbe di notevole efficacia che si rendessero accessibili, da remoto, i programmi in uso nell’ufficio giudiziario quale il Sicid ad esempio ed altri, programmi che ancora l’amministrazione centrale si ostina, incomprensibilmente, a non rendere disponibili , bloccandone gli accessi.

Sarebbe opportuno da parte delle SS. LL. esercitare le opportune pressioni nei confronti di via Arenula, come d’altronde questa O.S. ha già fatto, affinché si rendano disponibili i collegamenti sopra detti a chi è in lavoro agile, in modo da contemperare l’esigenza di un servizio più efficace, tutelando, contemporaneamente, la salute dei lavoratori.

In attesa di un cenno di riscontro si porgono distinti saluti.

Il Coordinatore Nazionale Paola Saraceni

347.0662930 –fsi.funzionicentrali@usaenet.org

Print Friendly, PDF & Email