Accordo sulla Mobilità interna del Personale Giudiziario del Ministero della Giustizia

È stato firmato ieri dal sottosegretario alla Giustizia Vittorio Ferraresi e dai rappresentanti delle sigle sindacali del personale giudiziario,l’accordo di mobilità interna, che prevede lo snellimento delle procedure di mobilità in vista anche del piano assunzionale.

Stabilito anche l’aggiornamento dell’accordo con riferimento ai mutati contesti sociali con maggior attenzione alle fasce deboli e la regolamentazione strutturale della mobilità endodistrettuale. All’incontro ha partecipato Barbara Fabbrini, capo del Dipartimento dell’Organizzazione Giudiziaria, del personale e dei servizi (DOG).

“Entro luglio, inoltre, ci saranno tre novità – ha annunciato Ferraresi ai rappresentanti dei lavoratori – attiveremo la copertura di 739 posti da funzionario giudiziario mediante scorrimento della graduatoria ’21-quater’; disporremo la procedura di scorrimento di graduatoria per 500 assistenti giudiziari e per entrambe le categorie è previsto un ulteriore scorrimento entro il 2020″.

“Infine – ha aggiunto il sottosegretario – sempre entro luglio sottoscriveremo l’accordo sui criteri di pagamento delle somme del FUA per il 2019 per tutti i dipendenti del Ministero della Giustizia”.

Print Friendly, PDF & Email